I lavoretti dei nonni e dei nipoti

Carissimi nipotini,
ogni occasione è buona per sentirsi chiedere o sollecitare dei lavoretti per festeggiare questo o quel compleanno, questa o quella occasione particolare.

“Nonno, mi aiuti a preparare un lavoretto per il compleanno del papà?”

Oppure: “Perché non prepariamo un lavoretto per il compleanno del vostro papà?”.

È così che recentemente mi sono sentito coinvolto e impegnato per alcuni giorni nella preparazione di tre lavoretti, essendo tre i nipoti in questione.

Sfruttando le visite dai nonni negli ultimi giorni di vacanze scolastiche, assieme ad ognuno dei nipoti, abbiamo pensato e realizzato un lavoretto.

Una grossa mano, per le idee di partenza, ci viene come sempre dal web.

Ogni nipote scorre più volte le varie idee di lavoretti per poi scegliere quella che gli piace di più e di solito non è la più facile da realizzare e spesso non concorda con quella che avrei scelto io.

In fase di realizzazione, l’idea di partenza viene poi regolarmente modificate in base al materiale che ho a disposizione e alle personalizzazioni che ciascun nipote suggerisce.

Gli ingredienti fondamentali sono cartone, spesso di recupero, carta colorata, forbici, taglierino, colla, fantasia e tanta pazienza e passione.

L’importante è interessare i ragazzi, sollecitare la loro fantasia, arricchire le loro capacità manuali, aumentare la loro autostima nel osservare il prodotto finito e creare la loro attesa, ma anche quella dei familiari o amici a cui è destinato l’oggetto, e la loro gioia nel consegnare il regalino.

Il tutto a costo zero andando così ad insegnare la cultura del riciclo e del riutilizzo di materiali poveri e di scarto.

Spesso, sono così eccitati, che fanno fatica a non svelare subito la natura dell’oggetto che hanno preparato e incominciano giorni prima ad alimentare l’attesa dicendo mezze frasi all’orecchio che poi, puntualmente vengono smentite con la frase che suona più o meno così: “È un segreto”.

In questa ottica, il maggiore dei nipoti, ha adocchiato un porta penne fatto con un barattolo di latta rivestito da vari strati e colori di carta colorata da cui emerge una faccia simpatica con una vistosa cravatta, simbolo dell’impiegato.

A completamento e supporto, ho realizzato una base di cartone rosso a forma di cuore dove compare la scritta, rigorosamente fatta da lui, che dice auguri papà.

La sorella maggiore invece si è intestardita sulle figure di un adulto e di una bimba realizzati con il supporto rispettivamente di una bottiglia di plastica del litro e di una bottiglietta del mezzo litro.

A nulla sono valsi i miei tentativi di dissuaderla e spingerla verso un soggetto più facile.

Anche in questo caso la tecnica è la medesima e cioè l’utilizzo di diversi strati di carta colorata fino a realizzare le due figure.

Nello spacco lasciato libero dal frac dell’adulto sono state scritte le parole di auguri.

Anche in questo caso la base è costituita da un cartone robusto fatto a forma di due cuori che si intersecano.

Il primo cuore, quello su cui è incollata la figura dell’adulto è rosso, mentre quello più piccolo che sostiene la bottiglietta piccola rappresentante una bambina, è rosa.

Infine, per la sorella più piccola, hanno deciso e collaborato i fratelli più grandi optando per un oggetto decisamente più semplice, ma non per questo meno bello e simpatico.

Preso il contorno della sua manina, su un cartoncino, ho ritagliato due manine.

Ho fatto colorare a lei le unghie e poi abbiamo preparato una striscetta di carta verde sulla quale ho scritto a matita la frase di auguri che poi lei ha ripassato con vari colori e impreziosito con una pioggia di puntino.

La striscetta l’ho piegata a fisarmonica e incollata all’interno delle due manine in modo che la nascondano completamente.

Aprendo le due manine compare, quasi magicamente, la frase di auguri.

In attesa che gli altri due nipotini diventino un poco più grandi e quindi possa coinvolgerli e farmi coinvolgere per dei lavoretti anche con loro, saluto caramente tutti dando l’appuntamento alla prossima letterina.

Nonno Antonio

Famigliaontheroad è un blog in continuo aggiornamento! Se volete rimanere aggiornati, seguiteci sui nostri account social Instagram e Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *